Perugia, alcol in vetro vietato
in più di trecento vie

di Riccardo Gasperini
PERUGIA - Da domani fino al 31 ottobre. Più di cinque mesi con il divieto di girare con bottiglie e lattine in oltre trecento fra strade e piazze. Questo per chi consuma alcolici, perché a monte c’è il divieto di vendita per asporto rivolto «a esercizi di vicinato, distributori automatici e venditori ambulanti». Per chi sgarra saranno stangate: multe da 450 euro. L’arrivo dell’estate e delle belle serate, che può nascondere «l’acuirsi del fenomeno dell’abuso di alcool», fa scattare la mano dura del Comune.

E’ una ordinanza del sindaco Andrea Romizi a dettare le regole, rispondendo alla richiesta di attenzione lanciata direttamente dalla prefettura. Il nodo è chiaro, più alcool mette a rischio decoro e sicurezza. Sull’aspetto del decoro c’è la necessità di prevenire «il conseguente abbandono al suolo», sul fronte sicurezza anche quello di «uso come strumento di offesa dei contenitori di vetro e lattine». Dalle considerazioni della prefettura, che parla di «negative ripercussioni sulla vivibilità degli spazi urbani», come riporta l’ordinanza del Comune, prende forma l’atto che entrerà in vigore da domani. Sono Fontivegge e il centro storico le zone da tutelare che rientrano nella maxi lista di punti dove non sarà possibile per i titolari degli esercizi bevande in vetro e lattina dalle 20 alle 6 di mattina. Il provvedimento, come riportato nell’atto del Comune, nasce anche dalle valutazioni fatte «in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica» riguardo «le condizioni di sicurezza pubblica della città e in particolare del centro storico e del quartiere Fontivegge» per cui «è stata più volte posta l’attenzione sull’esigenza di prevenire il compimento di illegalità da parte di soggetti gravitanti e dediti a comportamenti di abuso di sostanze alcoliche». Ecco che l’ordinanza garantisce così più decoro alla città ma anche più sicurezza per chi vive soprattutto gli spazi verdi dopo il calar del sole.

NUOVE TELECAMERE
A proposito di spazi verdi. Venerdì pomeriggio saranno inaugurate le telecamere per la videosorveglianza del parco del Bellocchio. Dopo una cena promossa dal nucleo operativo sulla sicurezza del Comune (composto da Michelangelo Felicioni e Franco Parlavecchio) organizzata dal Rotary, i fondi raccolti hanno permesso l’acquisto di telecamere per il parco del Bellocchio, una delle zone calde della città. All’inaugurazione parteciperà anche il sindaco Romizi insieme a Luigi Guaitini e Roberto Catalani (Rotary) e Gabriele De Micheli (Comune).
Mercoledì 17 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP