Terni, si dà fuoco davanti a casa: disperato perchè non trovava lavoro, è grave

TERNI Ha tentato di uccidersi dandosi fuoco. dopo essersi cosparso il corpo di liquido infiammabile, è stato soccorso e portato d'urgenza all'ospedale Santa Maria. L'episodio è accaduto questa mattina davanti a una abitazione in strada Santa Giusta. A dare l'allarme i familiari, nel giro di pochi minuti sono arrivati gli operatori di un'ambulanza ed i vigili del fuoco. L'uomo, 31 anni, ha riportato ustioni in varie parti del corpo e la prognosi è riservata.
Secondo le testimonianze raccolte da persone che lo conoscevano il ragazzo da tempo era in crisi perchè non riusciva a trovare un lavoro stabile e si sentiva un peso nei confronti della famiglia.
Il ternano  è stato stabilizzato ed è stato trasferito urgentemente al Centro Grandi Ustioniati di Cesena, accompagnato da una equipe medica dell’ospedale Santa Maria. 
Giovedì 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12-01-2018 14:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-01-12 04:46:02
Lo stivale è un paese fallito ormai, specchio di un’anima politica becera e amica dell’imprenditore di turno che delocalizza l’eccellenza italica nei paesi dell’est, sfruttando gli incentivi statali pagati da tutti noi con tassi e aliquote sempre più tangenti i cumuli nembi. Importante è salvare le banche comunque. Importante è clandestinizzare quello spicciolo di lavoro rimasto pagando con stipendi che nemmeno in periodi d’anteguerra contrattualizzando manodopera estera a scarso della qualità.
2018-01-11 20:05:51
In un modo o nell'altro i nostri politici a noi italiani ci fanno morire prima di prendere la pensione !
2018-01-11 18:06:56
Provo compassione per lui e per tutti i giovani e non giovani disoccupati o sottooccupati con lavoro precario e relativi salari o stipendi da fame. Tutto ciò impedisce tra l'altro di formarsi una famiglia. Non sarebbe meglio investire le poche risorse disponibili per loro invece che "investire" sui migranti CLANDESTINI. Già però dimenticavo che secondo i buonisti cattolici ed i buonisti di sinistra saranno quest'ultimi a pagare le nostre pensioni.
3
  • 119
QUICKMAP