"La Pietà" di Sebastiano del Piombo a Londra conquista il principe Carlo

La
di Carlo Maria Ponzi
"Come da cerimoniale, l'ho atteso nella sala dove è esposta "La Pietà". E' entrato. Si è avvicinato. Mi ha stretto la mano, chiedendomi subito della Macchina di Santa Rosa, di cui non ricordava il nome, la sua altezza e il peso".
 
Incontro ravvicinato del sindaco di Viterbo Leonardo Michelini e Carlo, principe di Galles. E' accaduto l'altro ieri, circa le 19, a Londra, alla National Gallery, in occasione dell'anteprima della mostra "Sebastiano&Michelangelo. Un incontro di idee", che aprirà i battenti stamani e li chiuderà il 25 giugno.
 
"Il principe - prosegue il sindaco - ha chiesto ragguagli sul capolavoro di Sebastiano del Piombo, dove era collocato in origine, dove è esposto attualmente. E poi non ha mancato di accennare a quando venne in visita nella nostra città, complice le attività della Scuola estiva di architettura da lui fondata".
 
Già, la Scuola. Che permise all'erede al trono di essere ospite della Tuscia viterbese in due diverse occasioni. La prima, nel settembre 1991, a Viterbo, a chiusura del corso seguito da 25 allievi,  dedicato alla riqualificazione di Santa Maria in Gradi e dell'area ferroviaria di Porta Romana. Dopo una passeggiata in notturna tra i palazzi dei Priori e dei Papi, alloggiò nella Limonaia di Villa Lante. La seconda volta, a Caprarola, il 4 agosto 1995, sempre per stare vicino alle attività della Scuola, pernottò nella Casina del piacere di palazzo Farnese.
 
Ma ritorniamo all'altra sera. "Dopo il breve incontro - prosegue il sindaco - ci siamo trasferiti in un'altra sala dove il curatore Matthias Wivel ha illustrato al principe l'obiettivo dell'esposizione, definita la più importante del 2017 per il museo. Ha poi ringraziato calorosamente gli amministratori del capoluogo (accanto al sindaco, gli assessori Giacomo Barelli e Tonino Delli Iaconi, ndc), sottolineando ancora una volta che senza il 'prestito eccezionale' della tavola del nostro Civico la mostra non si sarebbe potuta realizzare". 
 
E superlativi come se piovesse anche sulle cronache degli  organi di informazione, sia cartacei che digitali, tra gli altri pressreader.com; visitlondon.com; independent.co.uk; inews.co.uk; newstatesman.com; thetimes.con.uk; theguardian.com; telegraph.co.uk etc.
Mercoledì 15 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 17-03-2017 14:26

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP