Ricordando Goethe: a Civita Castellana arriva Vienna Cammarota, che sta ripercorrendo a piedi il viaggio dello scrittore tedesco

Vienna Cammarota, al centro
di Ugo Baldi
Su passi di Goethe. Vienna Cammarota la prima donna al mondo a fare a piedi il percorso di Goethe, è stata ospite di Civita Castellana.

Guida ambientale escursionistica (Aigae), salernitana di anni 68, è la prima donna al mondo che sta facendo a piedi il viaggio compiuto da Wolfgang Goethe nel lontano 1786. Ha iniziato il suo tragitto il 28 agosto da Karlovy Vary, la stessa cittadina di partenza dello scrittore tedesco che con il suo “Viaggio in Italia” esportò nel mondo il mito del Belpaese. Ben 2500 i chilometri da percorrere, tra Repubblica Ceca, Germania, Austria e Italia, per concludersi a Paestum, passando per Roma e Napoli.

Il motivo che ha spinto Vienna a compiere questa impresa è un grande amore nei confronti dello scrittore, che lei stessa definisce “il mio amante”, la curiosità di ammirare coi proprio occhi i paesaggi descritti dallo stesso, ma, soprattutto, il bisogno profondo di riappropriarsi di quei contatti umani che spesso la quotidianità porta a lasciare in secondo piano. «Non ho incontrato particolari difficoltà, anzi, il fatto di essere donna è stato un valore aggiunto - ha precisato Vienna. - Le persone, vedendomi passare, si sono preoccupate del pesante carico che portavo sulle spalle».

Nei giorni scorsi è entrata a Civita Castellana, rimanendo piacevolmente colpita sia dal paesaggio che dall’accoglienza a lei riservata. Attraverso l’evento “Sui Passi di Goethe” la Vienna è entrata in contatto con la Biblioteca Comunale E. Minio , che le ha permesso di recepire le informazioni necessarie per muoversi all’interno del territorio: Giampietro Cacchioli, quale esperto ambientale, si è offerto di accompagnarla in un tour nel centro storico, Patrizia Cimarra le ha fornito i contatti necessari per la sua permanenza.

«Il messaggio che mi sento di dare è quello di camminare, viaggiare, per ritrovare se stessi, ascoltare le vibrazioni della natura e giocare con le foglie. Alle donne della mia età consiglio di non avere paura e di muoversi per superare i proprio limiti».” - ha concluso la coraggiosa escursionista.
 
Gioved├Č 9 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:25

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP