Tarquinia, tutti pazzi per la patafisica: la rassegna di pittura, scultura e fotografia dal 19 al 21 maggio

Ritratto di Alfred Jarry
di Federica Lupino
A Tarquinia tutti pazzi per la patafisica. Tanto da dedicarle addirittura una tre giorni. Come dice la Treccani, la patafisica non è altro che la «scienza delle soluzioni immaginarie», almeno stando alla definizione coniata dal suo inventore, Alfred Jarry. Una scienza fondata sul principio dell’equivalenza universale e della conversione dei contrari, volta allo studio delle «leggi che regolano le eccezioni».


Ritratto di Alfred Jarry


Nella cittadina sul litorale se ne ne parlerà dal 19 al 21 maggio all'interno della sala consiliare del palazzo comunale (piazza Giacomo Matteotti), nell’ambito della rassegna di patafisica, manifestazione organizzata dall’assessorato alla Cultura e dall’Istituto Patafisica Romanense, in collaborazione l’associazione La Lestra e il Cag, Centro di aggregazione giovanile.

Si partirà il 19 maggio, alle 17, con la presentazione di mostre di pittura, scultura e fotografia, per proseguire alle 17,45 con “Incontro con la Patafisica” e alle ore 19, con “Musica Introspettiva”, concerto che proporrà brani di cantautori italiani e stranieri. Il 20 maggio inizio dei lavori alle ore 18 per un susseguirsi di eventi tra lettura, cinema e musica. Infine, il 21 maggio, dalle ore 17,30, spazio alla cucina e alla musica. Gli ingressi agli eventi sono liberi.
Luned├Č 15 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2017 13:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP