Aprilia: il rigore non c'è e lui lo sbaglia apposta, la lezione di un ragazzino di 13 anni

Si gira verso l'arbitro, lo guarda incredulo allargando le braccia. Ai tempi della Var e delle polemiche, si vede chiaramente che quel rigore è inesistente. Ma l'arbitro lo ha fischiato e Nicolò, 13 anni, attaccante de La Pelota Fc Aprilia va sul dischetto e lo manda fuori apposta. Un gesto che nessuno gli ha chiesto, ma che lui ha deciso di fare, dando una lezione al mondo del pallone che si arrovella tra moviole e discussioni infinite. La partita del campionato giovanissimi provinciali fascia B era sul 2 a 0, le reti contro il Connect Latina le aveva già segnate lui, ma di mettere dentro un rigore inesistente non se la sentiva. Alla fine di rete ne segnerà un'altra e la partita finirà 6 a 0, ma quel rigore era evidentemente troppo. Per Nicolò i complimenti di compagni, avversari e anche dell'arbitro. 

 
Domenica 15 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-04-2018 11:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2018-04-16 22:46:45
Sottotitoli orribili e fastidiosissimi.
2018-04-16 13:00:15
signori calciatori milionari inchinatevi vergognandovi davanti a un ragazzo tredicenne, ma con lo sport nel cuore!
2018-04-16 10:29:41
va radiato l'arbitro ma anche chi ha fatto il video perchè sottotitoli più fastidiosi di questi non l'ho mai visti
2018-04-16 16:34:27
hahaha hai ragione
2018-04-16 09:35:26
in compenso va radiato l'arbitro , anche e soprattutto per la sua incolumità
12
  • 8,4 mila
QUICKMAP