Francesco Rutelli: «Ora ripartire dalla Formula E, grandi eventi cura per la città»

di Lorenzo De Cicco
Nessuna metropoli può trasformarsi senza accettare le sfide dei grandi eventi. Ecco perché è positivo che Raggi ora abbia puntato sulla Formula E», dice Francesco Rutelli, uno che di grandi eventi se ne intende, essendogli toccato amministrare, da sindaco di Roma, il Giubileo del 2000, ottocento cantieri, milioni di turisti, «tutto senza un avviso di garanzia o un morto sul lavoro, eh», ci tiene a ricordare. «Certo, per quel no alle olimpiadi del 2024 ci sarebbe ancora da mangiarsi le mani. Pensare...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 16 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 18:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-04-16 17:09:42
La ricetta di questo signore ci ha portato nelle condizioni attuali. I grandi eventi possono essere utili se gestiti da una Buona Amministrazione: lui ha pensato solo a grandi eventi e grandi opere, di come fosse l'amministrazione si è perlomeno disinteressato.
2018-04-16 14:22:53
Come riciclarsi
2018-04-16 13:42:48
Rutelli rappresenta il vecchio vetusto potere.Taccia non abbiamo bisogno delle sue dissertazioni.
2018-04-16 13:11:49
Ora inizieranno il bombardamento pubblicitario sulle macchine elettriche poi tra 20 anni ci accorgeremo che le batterie esauste sono un problema. Come quando demonizzarono il motore a benzina rispetto al diesel, perchè la benzina aveva il piombo, poi, dopo aver fatto acquistare a mezza italia le vetture diesel, si accorsero delle polveri sottili. Ora demonizzano il diesel per l'elettrico e le batterie?
2018-04-16 09:23:55
Ancora parla:" senza un avviso di garanzia etc". Come se un Giubileo fosse paragonabile alle Olimpiadi. I Giubilei si celebrano dall'anno 1300 e le strutture sono sempre le stesse: le 4 basiliche, piazza S. Pietro. I Giochi hanno bisogno di altro. " ... ma che te lo dico a fa'..." se non si vuol capire. BASTA DEBITI! Paolo Diamante Roma
QUICKMAP