Caso Diciotti, minacce di morte al procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio

Minacce di morte al procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio. Una busta, contenente un grosso proiettile con scritte minacciose, apprende l'Adnkronos è stata recapitata oggi al magistrato che ha coordinato la prima fase dell'inchiesta sulla nave Diciotti che vede indagato il ministro dell'Interno Matteo Salvini per sequestro di persona aggravato. Sulle minacce di morte la procura dio Caltanisetta, competente per territorio, ha aperto un'inchiesta. Oggi pomeriggio si riunisce il comitato per l'ordine e la sicurezza di Agrigento presieduto dal prefetto Dario Caputo.

La Procura di Caltanissetta ha aperto un fascicolo sulle minacce di morte al Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, che oggi ha ricevuto una busta con un grosso proiettile nel suo ufficio. «Stiamo aspettando la trasmissione del fascicolo con la relazione - spiega all'Adnkronos il Procuratore di Caltanissetta Amedeo Bertone - Sono stato avvertito telefonicamente e attendo gli atti». La Procura di Caltanissetta è competente per territorio, dato che la minaccia riguarda un magistrato.ì di Agrigento.

Le minacce. «Zecca sei nel mirino...»: è una delle frasi, scritte con un pennarello nero, contenute nella lettera di minacce al Procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, contenente anche un proiettile militare. Sulla busta c'è un simbolo di Gladio, l'organizzazione paramilitare clandestina vicina ad ambienti dell'ultradestra. In Prefettura è stato convocato, dal prefetto Dario Caputo, un comitato per l'ordine e la sicurezza. «Zecca», si sottolinea in ambienti investigativi attivi nell'inchiesta, è il termine utilizzato dall'estrema destra contro i comunisti. Nella missiva contro il procuratore capo di Agrigento, peraltro, ci sarebbero parole e minacce definite «molto pesanti». La pista seguita sarebbe quella di un'organizzazione di estrema destra, come il simbolo Gladio sulla busta porta a ipotizzare.
Mercoledì 12 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2018-09-13 10:47:03
Che faccina serena, sembra uno di quelli capaci di far dividere con la forza, un cm3 di merendina tra un bambino ricco e bianco ed un bambino nero e povero. Un vero paladino!!!!
2018-09-13 10:36:22
Asar occhio che te scoppia er fegato....
2018-09-13 09:52:06
si e' messo contro un mondo!!!
2018-09-13 09:07:36
Tutta la solidarietà possibile al procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, per l'inammissibile minaccia ricevuta, spero che l'autore sia identificato e adeguatamente punito. Questo non significa solidarietà sull'indirizzo dato alle indagini sul caso Diciotti. Personalmente non scarterei l'ipotesi che le minacce di morte provengano dalla parte opposta a quella che verrebbe subito in mente, per provocazione politica. P. S. Non ho mai votato Lega e/o Salvini, mai li voterei, nemmeno sotto tortura, nè loro nè lo schieramento a cui facevano riferimento prima dell'attuale governo. Solidarizzo con Salvini solo e soltanto sul tema profughi, naufraghi, migranti
2018-09-13 08:56:11
Salvini, mi raccomando, subito la scorta al pm, come per Saviano.
25
  • 475
QUICKMAP