Venezia, travolge e uccide 18enne in tangenziale, poi scappa: preso pirata della strada

L'incidente in cui ha perso la vita una diciottenne di Mestre
Ci sono voluti meno di tre giorni per riuscire a individuare l'automobilista che, venerdì sera, dopo aver travolto e ucciso una diciottenne in tangenziale a Marghera non si era fermato per soccorrerla. Dalle immagini delle telecamere, e dai frammenti lasciati sul luogo dell'incidente, gli investigatori della polizia stradale sono riusciti a risalire al mezzo: si tratta di un furgone, che stava viaggiando da Venezia verso Padova, con alla guida un 53enne della provincia di Venezia. L'ipotesi più probabile è che la ragazza avesse scelto volontariamente di farsi investire: quell'incidente era stato un atto volontario per togliersi la vita. Resta il fatto, però, che l'automobilista avrebbe comunque dovuto fermarsi. Ora il 53enne è indagato per omissione di soccorso e omicidio stradale (gli inquirenti non hanno ritenuto necessario far scattare una misura cautelare) e il furgone è stato sequestrato.  
Lunedì 12 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2018 23:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-03-13 19:08:07
Ma se si è buttata sotto che omicidio è?
2018-03-13 12:00:24
Ma come si fa a tirare dritto e far finta di nulla dopo aver travolto un essere umano, senza manco sapere se magari √® ancora vivo e quindi c'√® possibilit√† di salvarlo? C'√® un preoccupante tasso di disumanit√† in giro, che sembra crescere sempre di pi√Ļ...
2018-03-12 20:49:42
"gli inquirenti non hanno ritenuto necessario far scattare una misura cautelare". Ce mancherebbe.
QUICKMAP