Migranti, nel 2016 spesi 1,7 miliardi per prima accoglienza in Italia

Per l'accoglienza degli immigrati sul territorio italiano, nel 2016, il Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo, gestito dal Ministero dell'Interno ha registrato impegni finanziari per complessivi 1,7 miliardi di euro. Lo rivela la Corte dei Conti che spiega come anche l'Unione Europea, per la stessa annualità, abbia contribuito con finanziamenti per 46,8 milioni di euro che rappresentano soltanto il 2,7% rispetto all'onere gravato sul bilancio dello Stato.

A ciò deve aggiungersi che per il Paese il costo delle mancate ricollocazioni di migranti negli altri stati europei, alla data del 15 ottobre 2017, ammonta a non meno di 762,5 milioni.

Con il fenomeno dell'immigrazione dai Paesi extra UE nell'ultimo quadriennio, il Ministero dell'Interno è stato impegnato a gestire quasi la metà (oltre 297mila) di tutte le richieste di asilo presentate negli ultimi venticinque anni (complessivamente, dal 1990 ad oggi sono state presentate oltre 641mila domande).

Nel 2016, oltre 123mila persone hanno presentato domanda di asilo e quelle esaminate dalle apposite commissioni sono state oltre 91mila: di esse, circa il 56%, provenienti da "migranti economici", è stato respinto ed il 4% ha riguardato soggetti resisi irreperibili.

Delle domande accolte (oltre 36mila), solo il 13% ha avuto come esito il riconoscimento dello status di rifugiato, mentre il 35% ha riguardato soggetti cui è stata riconosciuta una protezione sussidiaria ed il 52% una protezione umanitaria.

La maggior parte delle regioni (dieci), per il 2015, ha registrato costi che sono da ricomprendersi in un range che va dai 30 ai 35 euro pro capite e pro die.

 
Mercoledì 21 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 22-03-2018 11:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2018-03-22 20:20:57
manteniamo i balordi, i delinquenti e gli sfaccendati del terzo mondo. Poi i bamboccioni sarebbero gli italiani che osano rifiutare lavori da 400 euro al mese
2018-03-22 11:23:08
Questa faccenda continua a puzzare sempre pi√Ļ di marcio, perch√© √® illogica, fuori da ogni controllo e, chiaramente, si tratta di un grande business per troppi soggetti.. Solo il 13 per cento ha avuto riconoscimento di rifugiato. Quindi, quasi il 90 per cento NON sono ne profughi ne scappano da guerre. Sono solo "migranti", termine assurdo coniato ad hoc, che significa nulla. Molto presto i governanti degli ultimi sei anni, quindi il PD, dovranno spiegare e chiarire al popolo italiano le vere ragioni di questa vicenda. Deleteria per il paese, per le sue finanze e per la convivenza civile, diventata ormai una chimera, a causa della tendenza a delinquere di troppi di tali "migranti". Inoltre, il lavoro scarseggia, abbiamo milioni di disoccupati italiani, e per dette persone non ce ne sar√† mai, anche perch√© non sanno fare molto, non ne hanno voglia, ed essere mantenuti, in un modo o nel' altro, o vivere di espedienti √® sempre meglio che lavorare. Il PD ha gravissime responsabilit√† e alle ultime elezioni gli italiani lo hanno bastonato soprattutto per questa assurda questione dei clandestini. Per giustizia, merita ulteriori bastonate, e le avr√†.
2018-03-22 10:05:53
Purtroppo il piano di Salvini per un drastico rimpatrio dei clandestini sara' ancora ostacolato dai buonisti dell'ultimo minuto che rispondono al nome dei 5 stelle, che specie nel sud dove hanno raccolto consensi vive la maggior parte di quelli che recepiscono dal vaticano la predica dell'accoglienza...Ergo, se facilitassero i rimpatri, vedrebbero calare i loro consensi, quindi metteranno sicuramente un freno al progetto di Salvini e allora rassegnamoci a veder arrivare nuovi barconi (tanto le Ong se ne fregano delle regole ma pensano solo ai guadagni....) e a sopportare la visione di profughi passeggianti con le cuffiette all'orecchio e il cellulare in mano, oltre a quelli col berretto pronto a chiedere l'elemosina.....
2018-03-22 09:29:36
Per i poveri invalidi al 100% 500 euro al mese invece.
2018-03-22 10:57:35
Vabbè ma sono invalidi italiani. In Italia se pensi a loro ti danno del fascista, vengono prima gli stranieri!
QUICKMAP