Richiedenti asilo gestivano rete droga: 13 arrestati a Trento

Gestivano rete della droga, 13 richiedenti asilo arrestati a Trento
Gestivano una rete della droga: per questo tredici centrafricani richiedenti asilo e un italiano sono stati arrestati dalla polizia di Trento per traffico di stupefacenti. L'operazione ha portato alla luce un vasto traffico di droga tra Trento, Verona, Vicenza e Ferrara, gestito dall'organizzazione i cui appartenenti erano giunti in Italia come richiedenti asilo.
 

Gli spacciatori, per evitare i controlli della polizia, comunicavano tramite Whatsapp ed avevano costituito una rete di cui facevano parte anche italiani tossicodipendenti e donne incinte con al seguito i figli. Le indagini avevano già portato all'arresto di altri 16 nigeriani e all'esecuzione di diverse perquisizioni e divieti di dimora nelle province di Trento, Verona e Ferrara.

L'organizzazione criminale si era assicurata quasi completamente il controllo dello smercio delle sostanze stupefacenti nelle zone più importanti. E inoltre, utilizzava quali spacciatori anche gli stessi tossicodipendenti, che, grazie alle loro conoscenze, potevano consegnare la merce agli «amici» in luoghi diversi da quelli soggetti al controllo della polizia. Nel corso del blitz sono stati sequestrati circa sette chili di marijuana, 600 grammi di eroina, diverse decine di grammi tra cocaina ed hashish e circa un litro di metadone, nonché diverse migliaia di euro.
Mercoledì 13 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 14-06-2018 15:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 35 commenti presenti
2018-06-14 07:45:53
per me Salvini è fin troppo morbido....se c'ero io al suo posto.....ah se c'ero io......potatura, ripulitura e sanificazione della pinata " italia "
2018-06-13 21:17:22
Se provassimo a rimandare subito in Africa questi evasori fiscali che hanno le tasche piene di soldi (provenienza illecita) e non dichiarano niente al fisco, avremmo risolto tutti i problemi e confiscato tutti i loro beni. Perchè si sa che gli spacciatori entrano ed escono dalla galera, gli evasori no. Chi è preposto a questi controlli può veramente fare molto su questo fronte per fermare gli immigrati che vivono nell'illegalità e tanti giovani dalla droga.
2018-06-13 21:06:48
Questo dimostra che la lega e il CDX hanno ragione e la gente li continuerà a votare in massa. Tempi rapidissimi per mandare via chi non ha diritto all'asilo ed è arrivato in Italia sotto mentite spoglie (cioè il 90%).
2018-06-13 19:46:57
Che cosa dovrebbero fare 13 centrafricani a Trento? Gli impiegati di banca? Molto pi√Ļ semplice fare gli spacciatori. Del resto i posti di lavoro sono carenti anche per la popolazione autoctona. La domanda √®: sedevono ciondolare per le citt√† senza possibilit√† di impegnare utilmente (escludendo dal novero la commissione di reati) che li facciamo entrare a fare? Salvini contiamo su di te.
2018-06-13 21:25:48
infatti bisognerebbe dare una stretta anche all'immigrazione regolare. Lavoro non ce n'è. Non ci servono altri morti di fame ad inflazionare i salari, delinquere, lavorare per sfruttatori e mafie... Già abbiamo tantissimi immigrati regolari (oltre 300.000 secondo l'Istat) che hanno perso il lavoro per colpa della crisi. Però non tornano a casa loro, campando chissà di cosa e scroccando sussidi ed altro
35
  • 5,4 mila
QUICKMAP