Il commissario Ue/ La sbandata di Bruxelles a colpi di fantasmi

di Giulio Sapelli
La politica è una forma dell’azione sociale ineliminabile. Anche i fedeli della religione tecnocratica non riescono a liberarsi di essa, come è ben evidente nel caso del Commissario Ue per gli Affari economici Pierre Moscovici che nelle sue ultime rovinose dichiarazioni sull’Italia non si è limitato a celebrare la liturgia della fedeltà assoluta al dogma secondo il quale l’unica politica economica oggi possibile è quella del rispetto del debito, invece del confronto sul lavoro e la...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerd├Č 14 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP