Salvini tra paura del flop e sirene forziste si gioca la leadership futura

Salvini tra paura del flop e sirene forziste si gioca la leadership futura
di Mario Ajello
Al lieto fine, Matteo Salvini ci crede e non ci crede. Anche lui, come s'è visto nel Facebook live di ieri sera, si mostra ottimista. Ma aggiunge: «E anche realista». O perfino sfascista, come sospetta qualcuno? Lui come altri nella Lega dà un 50 e 50 di percentuali sulla riuscita o sul fallimento dell'esperimento grillo-leghista. Il fatalismo e la residua convinzione si mescolano in Salvini, secondo un ragionamento così: comunque vada, bisognava provarci. Anche perché - ripete sempre in queste...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 16 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-05-16 13:49:57
Se Salvini si sfila dalla trattativa di governo, perderà voti e sarà costretto a tornare da Berlusconi come sconfitto e figliol prodigo che solo la bontà del padre nobile Berlusconi gli permetterà di tornare all'ovile del Cdx, così Berlusconi potrà tornare leader del Cdx e Salvini dovrà fare l'eterno secondo e passerà da vincente alle elezioni e prossimo al governo a sconfitto riaccolto da Berlusconi.
2018-05-16 12:23:47
ricordatevi QUESTA faccia…….!!!
QUICKMAP