Salvini, scintille a Vienna con Asselborn che sbotta: «Merde alors!»

Salvini, lite sui migranti con il ministro del Lussemburgo che sbotta: «Et merde alors!»
«Et merd alors!». Si è chiusa così, con una esclamazione a dir poco colorita, una aspra lite tra il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il responsabile degli Esteri e degli Affari europei Jean Asselborn (ministro del Lussemburgo) andata in scena nel corso della conferenza a Vienna sulle migrazioni dove partecipano i ministri degli Interni Ue e di alcuni Paesi del Nordafrica. 

LEGGI ANCHE Asselborn, il ministro che nel 2016 invocò la sospensione dell'Ungheria dalla Ue

LEGGI ANCHE Migranti, in 184 sbarcano a Lampedusa

 

Ad accendere la scintilla, una dichiarazione del lussemburghese sulla necessità dell'immigrazione per contrastare l'invecchiamento della popolazione europea. Parole che non vanno giù al responsabile del Viminale. «Sentivo qualche collega prima di me dire che abbiamo bisogno di immigrazione perché la popolazione europea invecchia, io ho una prospettiva completamente diversa - afferma Salvini - Io penso di essere al governo e di essere pagato dai miei cittadini per vedere i giovani tornare a fare quei figli che facevano qualche anno fa, e non per espiantare il meglio dei giovani africani e rimpiazzare europei che per motivi economici non fanno più figli. Sono due visioni completamente diverse. Magari in Lussemburgo hanno questa esigenza, in Italia abbiamo l'esigenza di fare figli non di avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più».

Parole, quelle del ministro italiano, che mandano su tutte le furie il lussemburghese, che impugna il microfono facendo il verso a Salvini: «bla, bla, bla...». «Rispondo pacatamente al suo punto di vista che non è il mio. Io non l'ho interrotta, mi lasci finire», scandisce Salvini. Ma Asselborn perde la pazienza e sbotta: «In Lussemburgo, caro signore, avevamo migliaia di italiani che sono venuti a lavorare da noi, dei migranti, affinché voi in Italia poteste avere i soldi per i vostri figli». E poi conclude con: «Merde, alors».

A stretto giro, Salvini posta su Facebook l'intervento a Vienna condividendo con i suoi follower il battibecco. «Il ministro del Lussemburgo - scrive - ha dichiarato che in Europa 'abbiamo bisogno di immigrati perché stiamo invecchiandò. Gli ho risposto che io invece lavoro perché i ragazzi italiani (ed Europei) tornino a mettere al mondo dei figli perché non voglio nuovi schiavi. Guardate la sua reazione, non l'ha presa bene». «È stato volgare», ha poi aggiunto, dicendosi disponibile a continuare il dibattito con toni pacati. 
Venerdì 14 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-09-2018 15:40

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 295 commenti presenti
2018-09-16 13:59:40
Mi capita sul web, a volte, di leggere commenti malevoli e antiitaliani da parte di italiani all'estero, dove godono i benefici di un taglio dell'irpef di cui non possono godere gli altri numerosissimi italiani che in Italia vivono e lavorano, o hanno lavorato.Immagino che il loro terrore sia quello che se mai dovesse uscire l'Italia dalla UE, potrebbero non più godere di tali benefici. Augurio di ogni bene a tutti quegli Italiani all'estero, che sono tantissimi, anche a casa mia. ma che l'Italia la rimpiangono e la difendono, e la rappresentano degnamente e onestamente, anche se all'estero i navigano nell'oro. Perchè sono veri Italiani, e anche se sono lontani, il loro cuore è rimasto italiano e non sopportano che l'Italia venga offesa da un qualsiasi cretinetto straniero.
2018-09-17 14:57:11
se ti riferivi a me ..hai fatto buca come il tuo amichetto abruzzese..le mie pensioni sono olandesi eportoghesi..Nada de Irpef o pensioni italiane..e in quanto all'amor patrio potrei dartene lezioni...non e' che se ai qualcuno nascondi i suoi difetti ebgli dai sempre ragione..si vedono i risultati delle madri "pietose " per i quali il figlio e' sempre un santi ed e' un delinquente..ecco voi siete le tal madri pietose... ma nenache ve ne accorgete..pzienza ,..il crvello e l'intelloigenza sono doni della natutra mica si comprano all'esselunga...e i cretinetti nazionali sembrano ormai la maggiornza...che la pace del semplice sia con voi
2018-09-15 17:15:41
la stampettina allineata continua a dire che "merde" equivale al "diamine" ,ma chi è stato a contatto con i francesi sa che è la massima offesa che ti possono fare- e poi dicono che vi vuole la libertà di stampa...
2018-09-15 17:06:46
mi sa che la maggior parte che scrive non ha capito niente dello scoppio del lussemburghese...le sue parole testuali sono state " tutto cio da uno che rappresenta un paese nel quale gli italiani emigravano perche' non avevano i soldi per dar da mangiare ai propri figli"..e tutto cio..dato che ripeto..IO C'ERO..e' verissimo...quei pochi anziani che ancora no si son fritti il cervello ricordano benissimo la fame..gli sciuscia..le "segnorine" ..la miseria nera...Cero illussembyrghese non e' stato diplomatico..ma ad un certo momento di fronte ad un arrogante occorre a volte ricordargli da dove viene
2018-09-16 16:01:21
lorenzovan 17.06.46 mi piacerebbe che lei ripetesse , de visu, quello che ha appena scritto , a tantissimi italiani, ancora in vita, che sono andati a lavorare all'estero, in pratica, in tutto il Mondo..Le risponderebbero, ed anche di brutto, che non sono andati a fare gli scrocconi, avevano in tasc aun biglietto di trasporto, un documento di riconoscimento, spesso gia' un contartto di lavoro, e all'arrivo, da migranti, non venivano alloggiati in Alberghi oppure in Hotel a 3-4 stelle con piscina riscaldata, ma nelle baracche, dopo accurata visita medica, e magari quarantena....! Pertanto, la smetta lei, il lussemburghese, Saviano Gino Strada, Asia Argento, Boldrini, Kyenge e tutti gli altri appassionatamente, a difendere l'indifendibile...! ,
295
  • 1,1 mila
QUICKMAP