Roma, pecore per tosare l'erba dei parchi: l'idea della giunta Raggi

Roma, pecore per tosare l'erba dei parchi: l'idea della giunta Raggi
di Simone Canettieri
Là dove c'era l'erba ora ci sarà una capretta. O forse una pecorella. Dove non arriva il servizio Giardini del Comune potrebbero spuntare gli animali erbivori. E così il Comune a Cinque Stelle si trasforma nella fattoria degli animali.  La situazione dei parchi e delle ville storiche cittadine, d'altronde, è quello che è: erba altissima e rigogliosa. Una savana Capitale.

«La sindaca Virginia Raggi recentemente mi ha sollecitato l'utilizzo delle pecore e degli animali per effettuare questa attività, che già viene fatta al parco della Caffarella e che vorremmo estendere agli altri parchi e alle grandi ville. E' un modo semplice, che fanno in altre grandi città come Berlino, ci sembra giusto e interessante». Lo ha detto l'assessore capitolino all'Ambiente, Pinuccia Montanari, rispondendo alle domande degli utenti su Facebook. Una notizia subito rilanciata dall'agenzia Dire.

Sullo sfalcio del verde, Roma
«pur avendo una buona programmazione, ha bisogno di ulteriori risorse per rispondere alle esigenze dei cittadini», ha aggiunto Montanari, che ha anche parlato delle adozioni delle aree verdi da parte dei cittadini.

Dopo il Pd, con il vicesegretario regionale Enzo Foschi, ironizzano: 
«Dopo i gabbiani che in mancanza di una normale raccolta dei rifiuti, si sostituiscono ai netturbini per pulire le strade, oggi è la volta delle pecore. La domanda quindi sorge spontanea: contro le zanzare che affollano le nostre case d'estate, Raggi ci fornirà un geco mangia insetti?». E il consigliere dem Marco Palumbo aggiunge: ««Con la trovata Raggi-Montanari
sull'impiego di pecore e caprette per arginare la crescita dell'erba nei parchi e nelle ville storiche ritorna l'immagine settecentesca delle pecore che pascolavano al Colosseo. Del resto anche il parco di Colle Oppio ha bisogno di urgenti attività di manutenzione del verde. Con l'amministrazione Raggi i giardini all'italiana delle ville
storiche diventeranno i nuovi luoghi della transumanza. La capitale per imitare le fattorie urbane di Berlino trasforma i suoi parchi in pascoli».



Mercoledì 16 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 11:32

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 93 commenti presenti
2018-05-17 22:35:47
E per combattere l'inquinamento tram con cavalli !
2018-05-17 11:29:02
non mi ricordo di assessori e politici che si mettono seduti e rispondono ai cittadini colloquiando tranquillamente senza il classico giornalista con le domande scritte....queste cose le vedete solo con persone serie ,ma purtroppo molti di voi non se ne rendono conto,a molta gente piace la sceneggiata in tv con la scrivania e tante belle domande programmate....non capite il valore di alcune cose....le pecore si sono sempre usate per i grandi parchi anche perchè cari intelligentoni per tosare il parco della insugherata o marcigliana ci vogliono centinaia di persone..poi l'erba cresce e devo passarci piu volte al mese..le pecore è il sistema piu usato,invece per le ville storiche ci vogliono i giardinieri ma questo è scontato senza ricamarci sopra come fanno certi giornali a corto di notizie
2018-05-17 11:12:26
Ottima idea ma io ne avrei una migliore: tutti gli sbandati che manteniamo gratis......o lavori per il Comune intanto che aspetti il permesso di soggiorno o ti rimpatrio subito. Quelli che stanno davanti ai supermercati con cuffiette e telefonino (pagati da noi) potrebbero anche sdebitarsi o no?
2018-05-17 10:37:50
Sicuramente una supercazzola inventata dai miei amici Mascetti, Melandri e Necchi a mia insaputa..........
2018-05-17 09:46:16
Però bisogna fare presto. Sapete che le pecore in primavera vanno in montagna e tornano nella campagna romana in autunno? Si chiama transumanza...
93
  • 30,4 mila
QUICKMAP