Roma, emergenza buche, inutili i rattoppi: la pioggia riapre le crepe

di Laura Bogliolo
Un colpo di tacco sull'asfalto a freddo «e poi ci pensano le auto a schiacciare il bitume» diceva ieri un operaio a lavoro. Niente di più che una pala per coprire i crateri aperti dopo la neve e le buche si riformano subito. Capita anche nella centralissima piazza Numa Pompilio, sotto le finestre di Alberto Sordi che definiva Roma «un grande museo, un salotto da attraversare in punta di piedi». Forse avrebbe cambiato idea dopo aver visto i rattoppi fatti qualche giorno fa che ieri già svelavano buche....
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 13 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 07:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP