Roma, massacrato sulla metro B per una sigaretta, chiesti 16 anni di carcere agli aggressori: «Fu tentato omicidio»

di Michela Allegri
Un rave a base di droghe pesanti e alcolici. Poi, un pestaggio violentissimo e un uomo ridotto in fin di vita. Ora, Antonio Senneca, Luigi e Gennaro Riccitiello (stesso cognome ma nessuna parentela), che nel settembre di un anno fa hanno quasi massacrato di botte un passeggero sulla metro B, rischiano condanne pesantissime. Il pm Luigi Fede ha chiesto che Senneca sconti 16 anni, mentre Gennaro e Luigi Riccitiello, rispettivamente, 14 e 10 anni. Sono accusati di tentato omicidio aggravato dai futili motivi. La vittima, Maurizio Di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 20 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-10-2017 07:56
  • 877
QUICKMAP