Roma, una colonna romana in giardino ed energia rubata: romeno arrestato

Dal furto di energia alla sottrazione indebita di reperti archeologici. I carabinieri di Ostia durante le operazioni di sicurezza e repressione dei reati, negli ultimi giorni hanno arrestato un romeni di 38 che non solo aveva creato un allaccio abusivo a un contatore di energia elettrica dell'Enel ma possedeva nel giardino della propria abitazione una colonna di epoca romana detenuta illegalmente e aveva realizzato opere edilizie su un'area di 500 mq originariamente soggetta a vincolo paesaggistico. Il reperto archeologico così come i manufatti sono stati sequestrati mentre l'uomo è stato denunciato per ricettazione e per reati inerenti le disposizioni legislative in materia di edilizia.

A Casal Palocco, invece, le attivitò di controllo svolte dai militari hanno portato al fermo di un 21enni che ha fornito delle false dichiarazioni sulla propria identità mentre si trovava alla guida di un'autovettura intestata ad un suo amico. Il ragazzo è stato accompagnato in caserma e trattenuto in camera di sicurezza in attesa dell'udienza di convalida. 

Infine ad Ostia, un giovane, per farla franca durante un controllo, ha ingerito due piccoli ovuli contenenti un grammo l’uno di cocaina che aveva nelle tasche. Subito dopo, in preda alla paura, si è recato spontaneamente all'ospedale "Grassi", dove i sanitari hanno estratto gli involucri. Nei suoi confronti è scattata una denuncia a piede libero per detenzione di sostanza stupefacente. Complessivamente il bilancio delle verifiche dei carabinieri conta 150 persone identificate e 40 contravvenzioni elevate. 


 
Venerdì 12 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 6
QUICKMAP