Giovanni Minio

Martedì 30 Novembre, 00:00
Roma Roma di questo cuore, dell'acqua santa... Santa! Vestale che apri le feste, che festeggi i tuoi cittadini, che apri le vesti e le vestigia d'un tempo a poveri esuli raminghi, di notte, di giorno, all'alba, al tramonto, zampilli di felicità. Roma, anima mia, di milioni di persone, canti a tutte le ore l'onore, l'amore, la gioia, la prosperità, l'antichità, la modernità dei tuoi angoli più veri, i tuoi sinceri sorrisi. Amabile città, sogno d'incantesimi, d'infiniti luoghi dove abbracci i tuoi uomini, dove, a sorsi interrotti, si può bere della tua bontà, della maestosità che trasudi. Dove, nudi, passiamo tutti ad occhi spalancati, mirando questa beltà che abbiamo portato alla gloria, distrutto, costruito e ricostruito e dove immergiamo le nostre volontà! Giovanni Minio
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Roma Roma di questo cuore, dell'acqua santa... Santa! Vestale che apri le feste, che festeggi i tuoi cittadini, che apri le vesti e le vestigia d'un tempo a poveri esuli raminghi, di notte, di giorno, all'alba, al tramonto, zampilli di felicità. Roma, anima mia, di milioni di persone, canti a tutte le ore l'onore, l'amore, la gioia, la prosperità, l'antichità, la modernità dei tuoi angoli più veri, i tuoi sinceri sorrisi. Amabile città, sogno d'incantesimi, d'infiniti luoghi dove abbracci i tuoi uomini, dove, a sorsi interrotti, si può bere della tua bontà, della maestosità che trasudi. Dove, nudi, passiamo tutti ad occhi spalancati, mirando questa beltà che abbiamo portato alla gloria, distrutto, costruito e ricostruito e dove immergiamo le nostre volontà! Giovanni Minio
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un Sindaco Un Sindaco Dimentico del mare, con l'altrui sospetto, me ne vò, con rispetto, ad interpretare cose che avvengono nel paese. Chi fu così cortese, da dire a proprie spese dov'era il corrotto? E rotto poi quel muro, che proteggeva il tutto, fu pugnalato a morte, denigrato così forte e messo alle porte da tutto l'apparato? O vittima, o capro espiatorio, e pur anche un po farsesco, lo snobbò anche Francesco. Chi ne parla male e chi lo difende. Ma mi offende, veder in tutta la questione, malaffare, inganni, mazzette a profusione. Certo che un dubbio t'assale: in tutta questa confusione, chi è che inzuppa nel minestrone?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
A Carnevale ogni scherzo vale!!!!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ad un profugo Scompaiono nel sole gli infiniti, s'annullano le crisi, vibrano le navi, nel cosmo, naufragando. Distanze, risorgono ad appagare gli spazi. Tu giaci, tremebondo, sotto la poppa, dove il timone s'è rotto. Giovanni Minio
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
A Marco I bambini giocano alla guerra… tutti giù per terra. Tu rimani in piedi, tu non segui quei pupazzi finti quegli uomini dipinti così bene in televisione. Burattini e burattinai loro stessi. Tu li metti alla prova, non ti dai per vinto, sei spinto a invertire la storia, la vanagloria che imperversa sui giorni miei. Che impregna le menti attuali facendole diventare uguali a pecore impazzite. Mite, porti avanti un'idea: di salvare la gente, che non per niente ti ama e ti sorride. I mostri quotidiani non hanno mani per difendersi dai digiuni tuoi. Da vuoi o non vuoi le tue bandiere che sventolano già alte sulle cime dei desideri. Oggi come ieri apri frontiere, apri viadotti dove il pensiero ha costruito barriere e le sere attendono nuove aurore sulle strade della libertà da te percorse dove anche ha corso quest'uomo che scrive e dove rive attendono l' approdo di altre vittorie. Nei sogni miei, tuoi e dell'umana gente. Dove se pur lentamente giungono quegli inutili, ingiusti intoppi che sbattuti da onde non violente finalmente proveranno a sciogliersi, a dissolversi per sempre nella politica di pace, nella mente di tanta gente. Giovanni Minio
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Roma Roma di questo cuore, dell'acqua santa... santa! Vestale che apri le feste, che festeggi i tuoi cittadini, che apri le vesti e le vestigia d'un tempo a poveri esuli raminghi, di notte, di giorno, all'alba, al tramonto zampilli di felicità. Roma, anima mia, di milioni di persone, canti a tutte le ore l'onore, l'amore, la gioia, la prosperità, l'antichità, la modernità dei tuoi angoli più veri, i tuoi sinceri sorrisi. Amabile città, sogno d'incantesimi, d'infiniti luoghi dove abbracci i tuoi uomini dove, a sorsi interrotti, si può bere della tua bontà, della maestosità che trasudi. Dove, nudi, passiamo tutti ad occhi spalancati, mirando questa beltà. Giovanni Minio
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Interessi Guerre create da famiglie invadono i vicini ed a briglie sciolte scorrazzano soldati sulla terra. Il pianto si propaga e ci guadagna l' aristocrazia di una democrazia anch'essa in lacrime, a sangue colpita. La vita fu perduta a causa d'interessi degli stessi uomini che abbracciano la pace che diventando ricchi e di potere non sanno dire cose vere e s'inventano conflitti e i derelitti migrano sulle spiagge rimaste, poche, e le oche starnazzano ancora ad avvertire del nemico l'arrivo che non è fatto per conquista ma per sottomettere senza spargimento di soldi, le braccia degli stessi a un capitale che ha affinato le armi e che con i disarmi nucleari, le forme ecologiste e le dispute morali, nasconde dietro begli ideali, egoici interessi e non curante del futuro, induce giovani abitanti del pianeta ad una vita insofferente, piena d'incertezze e di niente, e volta le spalle alla bellezza, all'amore e alla gente. Giovanni Minio
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un Sindaco Dimentico del mare, con l'altrui sospetto, me ne vò, con rispetto, ad interpretare cose che avvengono nel paese. Chi fu così cortese, da dire a proprie spese dov'era il corrotto? E rotto poi quel muro, che proteggeva il tutto, fu pugnalato a morte, denigrato così forte e messo alle porte da tutto l'apparato? O vittima, o capro espiatorio, e pur anche un po farsesco, lo snobbò anche Francesco. Chi ne parla male e chi lo difende. Ma mi offende, veder in tutta la questione, malaffare, inganni, mazzette a profusione. Certo che un dubbio t'assale: in tutta questa confusione, chi è che inzuppa nel minestrone? Giovanni Minio
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 84 commenti
con 76 commenti
con 69 commenti
con 67 commenti
con 67 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP