Orvieto, i Maleminore in concerto
per i detenuti del carcere

ORVIETO Una bella storia di musica e solidarietà è andata in scena nel carcere di Orvieto. Un centinaio di detenuti hanno infatti assistito al concerto della band perugina Maleminore, composta da musicisti di varia estrazione per un mix di giovani ed artisti di lunga esperienza. «È stato un momento importante per tutti, per i musicisti e per i detenuti, come punto di unione tra l'interno e l'esterno del carcere, per alleviare così un percorso detentivo e per far capire che la società non esclude ma include» ha detto all'ANSA Nicla Flavia Restivo, presidente del tribunale di sorveglianza di Spoleto. Per i componenti della formazione musicale «il calore e l'accoglienza ricevuta dai detenuti del carcere di Orvieto è stato un evento unico e pieno di significati che ci auguriamo di poter ripetere». Il gruppo è composto da Nicolò Arcuti, la voce, Fausto Cardinali, al basso, Giancarlo Stafisso, alla batteria, Francesco Farabi, alla chitarra, e Enrico Roscini, alle tastiere. «Queste iniziative - ha sottolineato ancora Restivo - servono a non far sentire il detenuto escluso dalla società esterna al carcere e per far trovare spunti positivi per non farlo ricadere negli stessi errori». La Band Maleminore attualmente sta lavorando ad un progetto di brani inediti
Lunedì 19 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:46

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP