Roma, turista olandese colpito da infarto incontra il poliziotto viterbese che gli ha salvato la vita

di Ugo Baldi
Eroi di ogni giorno: l'agente Pierluigi Trina, originario di Gallese (Viterbo) in servizio presso il Reparto operativo speciale della Polstrada a Roma, ha incontrato all'ospedale Umberto I, insieme al collega Massimo Severoni, l'uomo olandese di 48 anni, colpito da un infarto, in via Milano e salvato grazie all'intervento immediato dei due agenti che erano nelle vicinanze.

«È stato un incontro commovente - ha raccontato Trina - soprattutto nel momento in cui ci ha ringraziato per avergli salvato la vita. Era presente anche la moglie, che a sua volta ha avuto parole di elogio per noi, per la Polizia, i medici del 118 che hanno soccorso il marito e quelli dell'ospedale romano, che lo hanno preso in cura. Torneremo a trovarlo subito dopo l'intervento a cui verrà sottoposto venerdi».

L'episodio si è verificato venerdi mattina. I due agenti erano in servizio nel centro storico di Roma, quando il gruppo di olandesi gli ha chiesto aiuto poichè un loro compagno si era improvvisamente accasciato a terra. L'intervento, prima manuale e poi con un defibrillatore, messo a disposizione dal Museo Nazionale, è stato provvidenziale: ha permesso a una ambulanza del 118 di arrivare in tempo utile per trasferire l'uomo in ospedale, scortato dagli stessi agenti.       
Martedì 13 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-03-2018 01:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-03-14 19:29:39
Bravi e efficienti, grazie per aver salvato una vita umana e grazie alla loro amministrazione che li ha addestrati a dovere. Complimenti.
2018-03-14 11:59:34
eroi perché? hanno fatto una cosa che andava fatta...
2018-03-14 19:26:16
Commento stonatissimo, figuriamoci se poteva mancare anche in una bella notizia....
2018-03-14 10:52:29
Grandi!Complimenti ai due agenti
2018-03-14 10:09:52
Ottima notizia. Sarebbe importante che in tanti prendessero il brevetto da soccorritore laico. Sono corsi che durano un giorno e in cui ti insegnano le tecniche di massaggio cardiaco, di respirazione artificiale e disostruzione delle vie aeree. Io l'ho fatto di mia spontanea volontà, per non dovermi trovare in situazioni simili ed essere impotenti! Poter salvare una vita è importantissimo, ancor più se si tratta di nostri cari
13
  • 6,6 mila
QUICKMAP