Pescara, turista romano annega davanti allo stabilimento La Lampara.

Un bagnante, Claudio Porfili,  è morto questa mattina sulla spiaggia di Pescara. La tragedia davanti allo stabilimento La Lampara, al confine tra il capoluogo adriatico e Montesilvano. La vittima è un 64enne romano in vacanza. La causa della morte un malore o il mare grosso. L'annegamento è avvenuto intorno alle 9,30. Sul posto i carabinieri per l'identificazione.

Secondo una prima ricostruzione il corpo è stato notato da un surfista, che l'ha caricato sulla tavola e l'ha portato a riva. L'identificazione solo in tarda mattinata quando la moglie, che stava due stabilimenti più avanti, è stata individuata e informata dell'accaduto. Inutili vari tentativi di rianimazione.
Domenica 13 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-08-2017 07:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-08-13 17:17:08
Dispiace per l'uomo e la sua famiglia per la tragedia ma il commento a dir poco ridicolo del signor eucitizenmi fa ridere e per stare in tema metterei anche la foto dei presunti cani eroi, e girare il tutto a Barbara D'urso che trovera la soluzione non vorrei che fossero andati al bar abbandonando le loro funzioni di salvavita ma non giochiamo e riflettiamo a cosa scriviamo
2017-08-13 14:06:11
Mi dispiace per essere umano una vita che non c'é piú. Ma la domanda me la pongo. Visto che c'é una campagna mediatica martellante, dove erano i cani "eroi" bagnini, visto che se non mi sbaglio in quel litorale ce ne sono in piú di un punto? Vedo. Quando falliscono nel loro compito non se ne parla......
2017-08-13 23:09:01
Pensi che qualche cane addestrato possa garantire la sicurezza di decine di migliaia di persone? E poi per salvare qualcuno devi avvistarlo quando è in difficoltà, se si sente male e affoga magari un poco al largo è difficile accorgersi.....Comunque sto notando sia un aumento dei casi di salvataggio che quelli, purtroppo di annegamento. Forse che la gente è diventata più imprudente?
3
  • 318
QUICKMAP