L'Italia conquista il bronzo agli Europei a squadre di scacchi

 a sx Claudio Cesetti e a dx il capitano Gianni Mastrojeni
di Dario Battisti
La nazionale italiana di scacchi ottiene un ottimo terzo posto al campionato Europeo. Il bronzo conquistato nel torneo continentale conferma il buon livello dei giocatori azzurri che già nelle precedenti due edizioni avevano ottenuto altrettante medaglie d'argento. Il nono campionato Europeo è iniziato il 10 giungo del 2014 è si svolto sul server della Federazione mondiale, l'International Chess Correspondence Federation. Alla competizione dell'ICCF hanno partecipato 13 nazioni che avevano ottenuto questo pass tramite le fasi preliminari. La medaglia d'oro è stata appannaggio della Russia mentre la Slovenia si è cinta al collo la medaglia d'argento. Il team azzurro era composto da otto scacchisti: Fabio Finocchiaro, Eros Riccio, Claudio Cesetti, Claudio Casabona, Mauro Petrolo, Giuseppe Pezzica, Alberto Dosi, Giuseppe Poli e dal capitano non giocatore Gianni Mastrojeni, neo eletto presidente dell'Associazione Scacchistica Italiana Giocatori per Corrispondenza.

Il migliore giocatore italiano è stato Eros Riccio, nato a Lucca, che ha totalizzato otto punti grazie alle quattro partite vinte mentre ha pareggiato le altre otto. Seguito ad una lunghezza da Claudio Cesetti di Campoleone, località tra Aprilia e Lanuvio, che con due vittorie e 10 patte ha ottenuto 7 punti. Stessi punti per Claudio Casabona, di Milano, due vittorie e 10 pareggi, per Giuseppe Pezzica di Carrara, due vittorie e 10 pareggi e per Alberto Dosi di Piacenza anche lui con due vittorie e 10 patte. Giuseppe Poli, di Genova con una vittoria e undici patte ha raccolto 6,5 punti. Fabio Finocchiaro di San Giovanni La Punta (Catania) ha totalizzato 5 punti frutto di dieci patte e due sconfitte. Mauro Petrolo, Zurigo (Svizzera), punti 5 con dieci patte e due sconfitte
Martedì 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:25

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP