Atac, stretta anti-evasori: impiegati via da uffici per controllare i tornelli

di Lorenzo De Cicco
Per arginare un'evasione tariffaria tra le più alte d'Europa e mettere un ostacolo in più ai furbetti specializzati nel salto del tornello, l'Atac schiera gli impiegati come controllori. La direttiva è partita dal quartier generale di via Prenestina a inizio settimana. In calce c'è la firma del nuovo direttore del Personale della partecipata, Paolo Coretti (arriva da Almaviva, contratto da 90mila euro l'anno più bonus e premi di produttività). Nella lettera inviata a tutti i 1.459...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 19 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:34
  • 117
QUICKMAP