Roma, Lapo Elkann: «Raggi potrebbe far meglio, ma la città ha 50 anni di malagestione. Livello politica mediocre»

«Virginia Raggi potrebbe far meglio, ma Roma ha tanti problemi». Lapo Elkann, nipote di Giovanni Agnelli, interviene sulla politica della Capitale. Lo fa a L'intervista di Maria Latella su SkyTg24. «Alla Raggi non si possono imputare 50 anni di malagestione di Roma», ha detto Elkann. E il pensiero vola alle altre "sue" città. Se "esalta" Milano, il nipote dell'avvocato Agnelli guarda anche a Torino: «Anche la sindaca Appendino potrebbe fare di più». Insomma, se il confronto con Milano per Roma resta "impari", Elkann non boccia categoricamente la Raggi.

Lapo Elkann, per quanto riguarda la sindaca di Torino Chiara Appendino e la sindaca di Roma Virginia Raggi non si sbilancia ma evidenzia come alcuni attacchi forse sono ingiustificati: «quando si attacca la sindaca di Roma si dimentica che è da cinquant'anni che Roma è gestita male. Sembra che si voglia attaccare per forza una persona mentre non è colpevole del fatto che Roma è stata gestita male anche prima. Certo può fare meglio ma ci sono molti problemi che c'erano già in passato». Appendino, invece, sta facendo «un buonissimo lavoro», rileva Elkann.

«A Milano -osserva- negli ultimi anni ci sono stati tre sindaci di partiti diversi con vedute e opinioni molto diverse ma hanno tutti e tre effettuato un cammino per poter far brillare Milano e portarla verso l'alto. E questo che mi aspetto anche da Torino e Roma».

«Non ho mai detto che ho votato Beppe Grillo», ha poi precisato Elkann spiegando: «Non sono un esperto in
politica, non ho nessuna intenzione di avvicinarmi alla politica, né ho voglia di lavorare con la politica. Che sia molto chiaro». Elkann ha sottolineato di essere «un imprenditore» ma «la politica non posso non guardarla» e «quello che posso dire molto chiaramente è che non c'è nessuno che mi interessi o mi affascini», ha detto, sottolineando: «Il livello del mondo politico oggi lo vedo estremamente mediocre».

«La politica dovrebbe stimolare le persone a volerne farne parte e non lo fa assolutamente», ha aggiunto. «Non c'è nessun stimolo. Non c'è nessuno in questo panorama che vedo di grande interesse. Vedo una mediocrità dirompente», ha ribadito il quarantenne Lapo Elkann.
Domenica 5 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 06-11-2017 15:32

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2017-11-06 14:55:46
un altro della ex grande famiglia, messo da parte come lo zio Luchino, che tenta di venire nell' Urbe, prossimo testimonial per le Olimpiadi 2044
2017-11-06 10:57:01
Quello che dice uno come lui non dovrebbe interessare nessuno. Invece la memoria e' corta. Ha avuto comportamenti da schifo e solo i soldi lo hanno salvato. Se avessi fatto la meta' starei ancora in galera.
2017-11-06 10:37:10
Vedi caro ereditiere, il problema non è che i cittadini di Roma pretendano che la Raggi o chicchesia, con la bacchetta risolva i problemi di roma, ci mancherebbe, ma dopo anni di chiacchiere di salire in cattedra per far vedere come risolvere i problemi, ecco a roma ci si aspettava un movimento verso la soluzione dei problemi, no l'accentuarsi di questi per un immobilismo dovuto ad una incapacità che sta distruggendo la città più dei 40 anni di mala gestione. Ma sono contento delle vittorie 5S, così tutti toccheranno con mano la loro incapacità
2017-11-06 10:22:47
Che io ricordi, le ultime gestioni degne di questo nome risalgono al compianto Luigi Petroselli e ad Ugo Vetere. Dopo di allora (1985) è stata una continua discesa verso il degrado attuale. La Raggi non ha tutte le le colpe ma potrebbe fare veramente molto di più
2017-11-06 09:03:06
a parte tutto, Lapo ha detto qualcosa di vero. forse saranno più di 50 anni di mala gestione
20
  • 982
QUICKMAP