28 settembre 1943 Gli ebrei romani consegnano ai nazisti oro in cambio di 200 ostaggi

di Enrico Gregori
A Roma, i dirigenti della comunità ebraica consegnano a Kappler i 50 chili d’oro che aveva preteso in cambio di 200 ostaggi.

Il riscatto pagato dagli ebrei romani, tuttavia, assicurò loro solo una breve pausa nella persecuzione cui dovevano essere sottoposti. Due settimane più tardi, infatti, la mattina del 16 ottobre 1943 vennero rastrellati a sorpresa 1.259 ebrei, venendo incarcerati provvisoriamente presso il collegio militare in via della Lungara; 1023 deportati furono avviati ad Auschwitz. Soltanto sedici di loro sopravvissero allo sterminio, quindici uomini e una donna.
Gioved├Č 28 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 110
QUICKMAP