A La7 tira una buona aria

Myrta Merlino
di Marco Castoro
Giornata indimenticabile quella di ieri per La7 del patron Urbano Cairo. Le elezioni siciliane hanno portato una ventata di ascolti. A eccezione di Propaganda Live di Diego Bianchi che in prima serata non si schioda dal 3%, gli altri programmi sono andati benissimo. A cominciare dalla fascia del mattino che rappresenta per La7 il vero fiore all'occhiello del palinsesto, che ieri ha subito qualche modifica dovuta ai risultati della tornata elettorale siciliana. Il TgLa7 Speciale di Enrico Mentana è andato in onda dalle 7 alle 10:55. L'hanno visto quasi mezzo milione di persone, pari all'8%.

Ma il vero exploit della giornata è stato realizzato dalla prima parte di L'Aria che Tira condotta da Myrta Merlino: un vero boom di ascolti pari al 9,3% con gli spettatori che sono saliti fino a sfiorare la media del milione. Il programma funziona perché è diretto con il pubblico, è creativo e non annoia mai, neanche con gli ospiti politici (noiosi di natura). Anche questa mattina è stato molto divertente il faccia a faccia Di Maio-Renzi, costruito montando le dichiarazioni a distanza dei due leader con la conduttrice che ha fatto le domande come se si fosse in diretta. 

Va alla grande - ormai da anni - Lilli Gruber nella fascia access prime time. Ieri sera ha ottenuto una media di 1.872.000 spettatori (6,8%). Ha superato anche Un posto al sole. Oltre Camera cafè e Dalla Vostra parte che stacca tutte le sere. La7 può brindare anche per l'ottima performance di Tiziana Panella con Tagadà (688.000 spettatori e share del 5%).
Martedì 7 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 103
QUICKMAP