Usa, resta chiuso nel reparto frigo di un supermercato, invece di chiamare aiuto beve tutta la notte

di Giacomo Perra
Restare prigionieri nel reparto frigorifero di un supermercato non deve essere certo una bella esperienza. Se, però, si hanno a disposizione alcol in abbondanza e un pizzico di follia, ecco che la cosa potrebbe diventare, tutto sommato, meno terribile del previsto.

È ciò che probabilmente deve aver pensato il trentottenne caduto in trappola l’altra notte in un market del Wisconsin: invece di spaventarsi e di provare a chiedere aiuto, mentre si trovava ad una temperatura di zero gradi, lui, infatti, ha scelto di passare tutto il tempo a bere fino ad ubriacarsi. Il risultato di questa “impresa”? Nessun problema particolare di salute il mattino dopo ma una bella denuncia per furto, quello relativo alle tante consumazioni non pagate.

Raccontata dai media americani, la curiosa vicenda è accaduta in un punto vendita della catena Kwik Trip. Lì, l’uomo, di cui non sono state rese note le generalità, si era recato per acquistare un po’ di birra per poi, appunto, a partire dalle 23:50, finire rinchiuso all’interno di un reparto frigo.

Trascorse alcune ore a bere alcolici per vincere il freddo, alle 5:30 di mattina, il trentottenne è stato avvistato da un cliente del supermercato e, compreso di essere finalmente libero, ha deciso di scappare senza pagare il conto delle sue bevute. Rintracciato dalle autorità locali, successivamente, l’uomo è stato ovviamente denunciato.

 
Giovedì 2 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 03-11-2017 01:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 51
QUICKMAP