Terni, si è spento Mario Finocchio
il "padre" dell'Obelisco di Pomodoro

Finocchio con Pomodoro
E' morto Mario Finocchio, il "padre" dell'Obelisco progettato da Arnaldo Pomodoro. L'annuncio lo ha dato il figlio Giorgio, ex presidente del Consiglio comunale di Terni. Dirigente della Fonderia dell’Ast e docente dell’Itis, Mario Finocchio ha legato il suo nome anche alla realizzazione della Lancia di Luce. Un lavoro fatto gomito a gomito con l'artista Arnaldo Pomodoro. Lunedi 14, alle ore 10, presso la chiesa di San Paolo ci saranno i funerali.

Finocchio e Pomodoro, nel 1999, hanno anche realizzato una struttura visiva come monumento funebre sulla tombra di Elia Rossi Passavanti al cimitero di Terni. Sempre nel 1999, Finocchio venne nominato segretario della commisione Internazionale "Art Castings": l'insediamento fu seguito in diretta dalle telecamere della Rai, in occasione dell'inaugurazione del Cavallo di Leonardo, a Milano, alla quale seguì un convegno internazionale sulla fonderia d'arte.  «Storia industriale di Terni. Chi l'ha letta e chi l'ha vissuta». Questo il titolo del libro pubblicato nel 2015 da Finocchio.


Nativo di Massa Martana, Mario Finocchio si è trasferito a Terni quando aveva 6 anni. Il nonno, Serafino, era stato modellista falegname alla Saffat, le acciaierie ternane, ed aveva partecipato alla costruzione del modello utilizzato per la fusione del basamento del Grande Maglio, una delle macchine mitiche per i ternani, quello che quando cadeva «roppeva li vetri de le finestre de mezza Terni», esagerazioni da leggenda metropolitana, anche se è vero che il terreno vibrava davvero in mezza città. 
 
Sabato 12 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:40

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP