Quando Montecitorio era un rudere

di Fabio Isman
Tra breve, andremo a votare; ed eleggeremo anche i 630 deputati. Molti tra loro varcheranno per la prima volta, almeno nel ruolo, il palazzo di Montecitorio. Senza però conoscerne la storia: che è remota, e perfino abbastanza divertente. È eretto, su edifici preesistenti, nel 1653: secondo alcuni, Innocenzo X Pamphili vuole un palazzo per l'influente sua cognata (e, probabilmente, anche qualcosa d'altro) Olimpia Maidalchini, personaggio tra i meno amati in tutta Roma. Due anni dopo, però, il papa muore; non...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 11 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 18-02-2018 11:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP