La maglia rosa di Coppi, la “Bianchi” di Gimondi, i saluti di Eleonora Daniele, storie ed emozioni dei vincitori

XV Premio Cisterna
di Claudia Paoletti
Successo per la 15° edizione del Premio Cisterna. L’edizione del rilancio ha ricevuto un grande consenso di pubblico che per oltre due ore ha gremito la sala consiliare del palazzo comunale dove si è tenuta la cerimonia di consegna.
I premiati di questa edizione sono stati: Augusto Campagna promotore dell’associazione Morti Bianche che tanto ha sensibilizzato l’opinione pubblica e onorato le vittime sul lavoro ispirando il film “Il posto dell’anima” di Riccardo Milani, il docufilm “Happy Goodyear”, la realizzazione di un monumento e l’intitolazione di un largo; il pittore Mario Spigariol autore di artistiche opere rinomate in Italia e all’estero, il gruppo musicale emergente Fuoricontrollo che vanta numerose presenze in Rai e la collaborazione con Maurizio Costanzo; il poeta Umberto Pichi autore tra l’altro della Divina Commedia in dialetto cisternese; la ballerina e coreografa Monica Scalese impegnata anche nel sociale; la famiglia bergamasca dei Trapletti che da decenni ha scelto Cisterna per le proprie attività industriali tra cui i gloriosi marchi Chiorda e poi Bianchi con cui Felice Gimondi vinse il Mondiale del 1973 e il Giro d’Italia nel 1976.
Non più il clima austero di un tempo ma un vero spettacolo con musica, danza, pittura, cultura durante il quale, attraverso interviste, i premiati hanno raccontato le proprie storie, talenti, impegni e passioni.
 “Insieme alle cerimonie di commemorazione dell’esodo cisternese – dice il sindaco Eleonora Della Penna  – con il Premio Cisterna celebriamo l’orgoglio cisternese. La tenacia, la forza di volontà, anche la testardaggine e sicuramente la passione che noi cisternesi mettiamo in ciò che facciamo raggiungendo per questo importanti traguardi, per noi stessi e per città”.
 
Lunedì 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 14:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP