Usa, le galline sentono freddo e non fanno uova: le anziane della casa di riposo cuciono dei maglioni

di Anna Guaita
NEW YORK – La gallina col maglione fa più uova. La saggezza popolare si arricchisce di un nuovo adagio, grazie all’iniziativa di un gruppo di signore che ha fornito di caldi golfini alcuni pennuti infreddoliti

L’iniziativa benefica è scattata in una casa di riposo del Massachusetts, il Fuller Village, dove molte pensionate trascorrono il tempo lavorando a maglia.
 
 

Quando le signore hanno scoperto che nel rigido inverno del New England molte razze di galline originarie di climi temperati soffrono molto per il freddo, si sono subito messe a produrre maglioncini ad hoc, in allegri colori e in calda lana. E le galline hanno apprezzato. E lo hanno dimostrato: la produzione di uova è aumentata nettamente.

Le foto delle galline avvolte da maglioni hanno causato una certa ilarità. Ma le signore del Fuller Village sembrano invece molto orgogliose del loro successo: «C’è chi ci ha criticati e ci ha detto che dovremmo fare cose per persone che ne hanno bisogno – spiega Libby Kaplan 76 anni -. Ma io credo che anche gli animali abbiano il diritto di stare al caldo, e sono contenta che lo abbiamo fatto».

Pare che le signore siano ora alla ricerca di un nuovo progetto. Una di loro ha letto che un rifugio per elefanti in India ha bisogno di coperte: «E’ un progetto ambizioso, non so se lo faremo – ha detto Nancy Kearns -. Ma non si sa mai!»

 

 
Martedì 14 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:58

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 670
QUICKMAP