Civita Castellana, per la Festa dei musei riapre il ponte romano restaurato sulla via Amerina

Il ponte romano lungo la via Amerina dopo la ripulitura
di Ugo Baldi
L’inaugurazione del ponte romano a Civita Castellana, apre il fine settimana della Festa dei Musei.
La festa è sulla Via Amerina-Fosso dei Tre Ponti (con accesso dal km 10,2 della provinciale Nepesina).

Il sito della Via Amerina e della necropoli meridionale di Falerii Novi (seconda metà III sec.a.C. – III sec.d.C.), insieme ai resti monumentali della vicina città romana, rappresenta il più grande complesso archeologico del territorio a nord-est di Roma conosciuto come Ager Faliscus.Dell’antica strada si conservano lunghi tratti lastricati ed imponenti infrastrutture tra le quali spicca per dimensioni e fattura, il ponte in opera quadrata che attraversa Fosso Tre Ponti.

Il monumento, realizzato tra la fine del I sec.a.C. e l’inizio del I d.C., dal 1991 al 2017 è stato oggetto di successivi interventi di restauro da parte della Soprintendenza per completare il recupero del lato orientale e riportarlo alla sua originaria, maestosa bellezza. L’inaugurazione del ponte romano, evento che apre il fine settimana della Festa dei Musei, dal tema “Musei in Conte". Raccontare l’indicibile” sarà l’occasione per una passeggiata tra arte e natura, per appropriarsi di un “nuovo” context/contesto a molti sconosciuto, sicuramente mai raccontato e tutto da scoprire.
Sono in programma aperture straordinarie ed eventi.

Questa sera tornano le aperture straordinarie dei musei di Civita Castellana che aderiscono alla Festa dei Musei organizzata dal Mibact per il 20 e 21 maggio. Il Forte Sangallo e Museo Archeologico dell'Agro Falisco resterà aperto sabato 20 maggio in via straordinaria dalle 20, alle 23. Mentre per domenica 21 maggio è in programma una visita guidata alle ore 11.a cura della Siat Sistemi Integrati Archeologia e Territorio dal titolo “Il Forte borgiano, patrimonio del territorio falisco”.

La visita guidata al Forte e al suo patrimonio storico, nello spirito della Festa dei Musei, che intende sostenere e trasmettere aspetti specifici dell’eredità culturale ai giovani, si propone di sottolineare l’importanza del forte quattrocentesco fatto edificare dalla famiglia Borgia. Esso è un luogo in grado di declinare ogni aspetto della locale eredità culturale a partire dalla propria storia fino al patrimonio archeologico che conserva, tutto proveniente dal territorio falisco. Il Museo della ceramica Casimiro Marcantoni, in occasione della Festa dei Musei, ha invece modificato i propri orari di apertura al pubblico per consentire gli ingressi serali. Rimarrà aperto nei due giorni dalle 10 alle 13. e dalle 18 alle 22.
Venerdì 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-05-19 18:01:11
Lo ho visto a dicembre con ancora i ponteggi, durante un'escursione sulla via Amerina. Davvero ben conservato, l'unica assurdità e che è permesso il traffico di mezzi a motore (auto, trattori, ecc)...
QUICKMAP