R1, ecco il robot-assistente che fa i compiti e controlla la nostra salute

di Andrea Andrei
È una delle attrazioni principali della quarta edizione di Maker Faire Rome, e rappresenta il futuro dell'interazione fra uomo e macchina. Ha un aspetto elegante e composto, come un vero maggiordomo. Può assistere le persone anziane e i bambini, può tenere sotto controllo i parametri vitali o semplicemente servire da mangiare. Si chiama R1, ed è il nuovo robot domestico sviluppato dall'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, che già fu protagonista di Maker Faire Rome 2014 con iCub, un "robot-bambino" particolarmente espressivo.
«Dopo iCub abbiamo cercato di progettare un umanoide che potesse avvicinarsi al mercato - spiega allo stand del Messaggero.it Giorgio Metta, vicedirettore scientifico e ideatore del progetto R1 - perciò era necessario contenere i costi. E abbiamo progettato un robot con nuove tecnologie, che utilizza molto più la plastica del metallo, che avesse fattezze più semplici».

R1 pesa circa 50 kg ed è realizzato per il 50 per cento in plastiche e per il 50 per cento in fibra di carbonio e metallo; è alto 125 centimetri e può allungarsi fino a 140. «È un robot assistente - continua Metta - che può fare da maggiordomo ma anche aiutare i bambini a fare i compiti o a rimettere a posto la cameretta. O ancora gestire a distanza la casa, dare acqua alle piante, riscaldare il cibo o accudire il gatto».

«Siamo partiti dalla forma, che è stata progettata da designer industriali - racconta Metta - il che è stata una sfida complicata: l'aspetto estetico per noi ha rappresentato un limite. Ma adesso possiamo dire che R1 è valido anche come oggetto di design».

andrea.andrei@ilmessaggero.it
Twitter: andreaandrei_
Domenica 16 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 17-10-2016 12:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2016-10-17 09:18:31
Se avete curiosità andate a vedervi i film di fantascienza Robot & Frank e L'uomo bicentenario Sono due film che anticipano i tempi: nel primo un figlio regala al padre un piccolo robot che lo assistesse, gli desse le medicine e tenere in ordine la casa ma la coesistenza è degenerata. Il secondo è molto più futuristico narra l'evoluzione di un robot assistente casalingo da robot ad umano e che lo porta a morire a morire per l'amore di una donna IUo ho 70 anni e da ragazzo leggevo i romanzi di fantascienza e molte cose che a quei tempi erano di pura fantascienza pian piano stanno diventando realtà
1
  • 111
QUICKMAP